Aprile 2001: L’ARCA A SOSTEGNO DELL?ULIVO

Di fronte al rischio di un possibile aumento dell’astensionismo al prossimo voto del 13 maggio – che già a Bari, nelle scorse regionali, ha minacciato di toccare la punta del 50% degli elettori ? L’ARCA Centro di iniziativa democratica ha deciso di attivare nella città alcune iniziative per indurre al voto i cittadini baresi.

“Nell’interesse di Bari e del nostro Sud: perchè votare e per chi” è il canovaccio politico su cui L’ARCA chiamerà a discutere cittadini, associazioni, candidati ed esponenti politici:

– venerdì 20 aprile alle ore 18.30
presso la sede del Movimento in via Niccolò dell’Arca n. 10 parteciperanno l’avv. Vito Nanna, candidato al collegio 20 e Michele Amoruso candidato al Senato;

– venerdi 27 aprile alle ore 18.30
presso la sala consiliare della Circoscrizione di Bari Palese, parteciperanno il consigliere di circoscrizione Erio Di Liso,
il consigliere comunale Gianni Lapadula, il candidato al Senato Carella e il candidato alla Camera per il collegio 19 Perilli;

– mercoledì 9 maggio alle ore 19.00
nello spazio pubblico di via Caldarola parteciperanno il consigliere di circoscrizione Gino Scivittaro, il consigliere comunale Matteo Magnisi , il candidato al senato Michele Amoroso e il candidato per il collegio 21 alla Camera Vito Leccese.

L’Arca Centro di Iniziativa Democratica, da sempre impegnata sul fronte dell’Ulivo, ha inoltre deliberato di sottoscrivere l’appello “Salviamo lo Stato di Diritto” lanciato da Norberto Bobbio, Alessandro Galante Garrone, Alessandro Pizzorusso contro il pericolo che i delusi del centrosinistra non vadano a votare favorendo di fatto il voto a Berlusconi che ha già deciso di metter in gioco la democrazia italiana volendo riformare la prima parte della Costituzione, i valori fondamentali su cui poggia la Repubblica italiana.

« Torna indietro