REFERENDUM COSTITUZIONALE

Approvato dal Parlamento il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione” –  pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 59 del 12 marzo 2001″.

Mancano pochi giorni al voto sulla modifica della Costituzione? e molti elettori non sanno che – in questo caso – non c’è bisogno di un quorum:
basterebbe un solo voto a decidere in un senso o nell’altro!
La Scelta e’ chiara!

Chi non va a votare o vota NO, deve sapere che contribuisce ad aprire un’autostrada per tutti quelli che, Bossi in testa, vogliono azzerare tutto per poi ritrasformare la Costituzione nel senso di un federalismo egoista!

Il federalismo alla Bossi infatti distruggerebbe alla base la coesione nazionale e la solidarietà tra le diverse regioni, finendo per accentuare e regolarizzare le differenze, già pesanti, tra le regioni ricche e quelle povere!

A NOI MERIDIONALI: pugliesi, lucani, calabresi, campani ecc. conviene non andare a votare? o addirittura votare NO?
Non pare proprio! Sarebbe come darsi la zappa sui piedi.

Ci conviene Votare Si
Chi vota SI conferma una riforma ? già approvata dal Parlamento ? che offre ai governi locali il potere di decidere autonomamente in tantissimi settori vitali, che non compromette la coesione nazionale e – attraverso la creazione di un fondo perequativo – assicura un forte vincolo di solidarietà fra tutte le Regioni italiane!
La riforma presenta ovviamente dei difetti; ma questi non possono servire da scusa per non votare SI: si aprirebbe la porta alla devolution, al federalismo egoista non più garantito dai principi fondamentali della nostra Costituzione, al disegno secessionista della Lega!

Sarebbe un gravissimo errore, allora, specialmente per noi meridionali,
buttare via il bambino con l’acqua sporca!

VOTIAMO SI
L’ARCA ? CENTRO DI INIZIATIVA DEMOCRATICA
Bari, Via N. Dall’Arca 10 – infotel Carlo Paolini 338.6108590

« Torna indietro