SITI INQUINATI: NO ALL’EDIFICAZIONE

ORDINE DEL GIORNO
Il Consiglio Comunale
* constatato che le aree dei siti industriali dismessi ex FIBRONIT, ex GASOMETRO, ex STANIC, tutte ricadenti nel territorio urbano, sono interessate da gravi fenomeni di inquinamento;
* considerato che per il suolo ex STANIC l’AGIP ha dichiarato di aver proceduto ala bonifica, i cui esiti sono al vaglio della Provincia di Bari, mentre per le aree dell’ex FIBRONIT e dell’ex GASOMETRO, acclarata la gravità e la pericolosità dell’inquinamento, sono in corso, da parte delle Autorità competenti, le valutazione e gli accertamenti relativi ala loro bonifica o messa in sicurezza permanente ed al ripristino ambientale;
* rilevato che nell’elenco delle spese intercluse di cui ala delibera ” Piano Urbanistico” Territoriale Tematico per il Paesaggio – Primi adempimenti ai sensi dell’art.5.05 della N.T.A., è ricompresa l’area dell’ex FIBRONIT e non quelle dell’ex STANIC e dell’ex GASOMETRO, ritenute zone B già costruite;
IMPEGNA IL SINDACO
E LA GIUNTA
a sospendere, in ossequio al principio di precauzione ed al fine di tutelare la salute pubblica, qualunque iniziativa tesa all’utilizzo delle aree ex FIBRONIT, ex GASOMETRO, ex STANIC, in quanto interessate da gravi forme di inquinamento, sino alla definizione ed individuazione delle procedure e dei criteri di bonifica o messa in sicurezza permanente e ripristino ambientale, ai sensi del D.L. 471/9999, dando atto che la destinazione urbanistica delle precitate aree è subordinata ala medesima bonifica o messa in sicurezza permanente.

O.D.G APPROVATO
DAL CONSIGLIO COMUNALE
19 NOVEMBRE 2002

« Torna indietro