MIGLIORARE L’IGIENE IN CITTA’: le nostre proposte all’amministrazione comunale

Si è svolto giovedì 28 ottobre 2005 un incontro con il Presidente dell’Azienda Municipalizzata Igiene Urbana (AMIU), dr. Giuseppe Savino sul tema:
“Perchè Bari è così sporca”.

Al termine del dibattito è stato consegnato al Presidente Savino il seguente documento politico:



L’ARCA Centro di Iniziativa Democratica nel denunciare la grave situazione igienica della città richiede un impegno visibile da parte dell’Azienda Municipalizzata Igiene Urbana (AMIU) per la pulizia e l’igiene cittadine.

L’ARCA, nello stigmatizzare la grave situazione finanziaria fallimentare dell’AMIU ereditata dal centro-destra, intende fornire alcune indicazioni già contenute nel programma del centro-sinistra e che potrebbero essere utili alla “rivisitazione” di tutto il servizio di nettezza urbana il cui canone ha peraltro subito un ulteriore e significativo aumento.

L’ARCA pertanto propone:
– l’incremento della raccolta differenziata;
– una concreta ed attiva politica di prevenzione nel combattere la zanzara tigre, le blatte e i topi che scorazzano per le vie cittadine;
– il coinvolgimento dei cittadini alla cura dell’igiene della città attraverso un programma permanente di educazione che interessi tutta la cittadinanza, dai più piccoli ai più grandi;
la definizione della “Carta dei Diritti e dei Doveri degli Utenti”;
– apposite convenzioni con Confesercenti, Confcommercio e Confartigianato perchè ogni negoziante adotti la parte di marciapiede e di strada antistante la propria sede così come avviene in altre città italiane ed europee, contribuendo così alla pulizia e all’igiene cittadine, evitando di buttare per strada quanto non si vuole al proprio interno, facendo cioè esattamente il contrario di come alle volte si fa;
– la creazione di Nuclei di Igiene di Quartiere alle strette dipendenze dell’AMIU con compiti di prevenzione e di repressione degli atti posti in essere da cittadini non rispettosi dell’igiene e della pulizia urbana in grado di elevare anche contravvenzioni per l’atto dannoso compiuto;
– il controllo costante della situazione igienica dei mercati lasciati al degrado che rischia di intaccare la stessa qualità del cibo in vendita;
– l’attivazione di squadre mobili di operatori ecologici di quartiere che possano intervenire in quei punti critici che si possono creare nel corso della giornata attraverso anche la segnalazioni dei cittadini tramite appositi numeri verdi di circoscrizione.

L’ARCA sollecita l’Amministrazione comunale ad attivare tutti i canali necessari affinchè l’Acquedotto Pugliese adempia al proprio dovere nella pulizia dei tombini delle fogne, dimora naturale di blatte e topi.
L’ARCA, espressione della cittadinanza attiva barese, è infine disponibile ad avviare con l’AMIU un dibattito cittadino che chiami al confronto tutte le realtà associative della città.

« Torna indietro