Al referendum costituzionale del 25 e 26 giugno VOTIAMO NO

Osserva la vignetta e chiediti:
E’ QUESTA L’ITALIA CHE VOGLIO?



La riforma costituzionale approvata dalla maggioranza?di centro-destra?è un miscuglio di egoismo separatista che nega i principi di uguaglianza.
La nostra Costituzione, in vigore dal 1 gennaio 1948, è invece?l’espressione unitaria di tutto il popolo italiano?scritta da tutte le forze politiche dopo una guerra mondiale?con più di 55.000.000 di morti.


Per questo il 25 e 26 giugno al quesito referendario:
“Approvate il testo della legge costituzionale concernente modifiche alla parte II della Costituzione approvato dal Parlamento e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 18 novembre 2005?”
VOTIAMO NO
Per cancellare una riforma sbagliata e pasticciata
voluta soprattutto dalla Lega Nord contro il Sud.
VOTIAMO?NO
Per cancellare un finto federalismo che cancella l’equità di trattamento di tutti i cittadini e DIVIDE IN DUE L’ITALIA facendo diventare più ricche le regioni del Nord? e più povere quelle del Sud.
VOTIAMO NO
Pper difendere i principi di una Costituzione che ci ha garantito 60 anni di vita democratica e di pace sociale e rappresenta l’UNITA’ e l’IDENTITA’ del nostro popolo.??

VOTIAMO NO
Pperchè la tutela della salute è un bene?di tutti?e non solo delle regioni più ricche.
VOTIAMO NO
Perchè?sicurezza e?scuola pubblica sono beni nazionali.
VOTIAMO NO
Per garantire i diritti di partecipazione di tutti i cittadini e tutelare?quelli delle minoranze,
compresi i diritti dell’opposizione.

« Torna indietro