FRONTE DEL PORTO Vuoi dare un tuo contributo?

Il ricorso al Tar (promosso da un gruppo di associazioni, comitati e singoli cittadini) contro il parere del Ministero dell?Ambiente che ha escluso la Valutazione di Impatto Ambientale  per il raddoppio della colmata di Marisabella,  rappresenta un momento importante della lunga battaglia civile di cittadini che si riconoscono in comitati e associazioni.
Questa scelta è stata dettata dalla impossibilità di dialogare con le Istituzioni  e di avere risposte che garantissero i cittadini rispetto ad un? opera di cui a tutt?oggi non si conoscono finalità,  progetto globale e   connessioni con le funzioni e il  tessuto urbano.
Questa vicenda dimostra  che  la cultura della difesa del  territorio stenta ad affermarsi  nella città di Bari, diventando    una variabile indipendente nella  realizzazione di una grande opera.
Si preferisce ancora  occuparsi   del territorio soltanto nell?emergenza quando i guasti diventano irreversibili e la città di Bari ha  già messo a nudo tutta la sua fragilità.
Da qui la  duplice considerazione di trovarsi di fronte  ad un?occasione mancata di crescita culturale e ad un una partecipazione dei cittadini tradita dalla politica.
Ma il Fronte del Porto non ha voluto demordere intraprendendo anche la strada giuridico-amministrativa .


Si invitano pertanto quanti hanno a cuore questi principi e vogliono difenderli, a contribuire alle spese del ricorso legale affinchè venga annullato il parere del Ministero dell?Ambiente e ripristinato il percorso della Valutazione di Impatto Ambientale.


Per i contatti:
Matteo Magnisi             3485256483   (Movimento Cristiano-Sociali)
Nicola De Fano              3486018488   (Comitato Asse Nord-Sud)
Silvana Grilli                 3337456187   (Comitato per la Difesa dell?Ansa di Marisabella)
Carlo Paolini                3386108590   (L?Arca Centro di Iniziativa Democratica)
Onofrio Traversa           3498180459   (Gruppo di Partecipazione Democratica Picone-Poggiofranco
Franco Loiacono            3683554692   ( Prof. Ordinario di Geologia Univ. Studi Bari)


Bari, 16/01/2007                                                

« Torna indietro