Firma con noi “Per Nichi Vendola Presidente”

 

Ai segretari regionali dei partiti del centro-sinistra
Ai Parlamentari baresi
Al segretario nazionale del PD


 

 

LETTERA APERTA

 

 

Le sottoscritte Associazioni e i cittadini pugliesi sentono la necessità di esprimere quanto segue:

I veti incrociati sul nome che dovrà rappresentare la coalizione di centro-sinistra alle prossime elezioni regionali – in qualità di candidato presidente – stanno destando profonda preoccupazione nel mondo dell’associazionismo e della cittadinanza attiva barese, ma anche nell’animo di tante cittadine e cittadini, che riconoscono il grande lavoro svolto dalla coalizione regionale oggi al governo, che ha fatto scelte importanti e qualificanti.

Ne vogliamo ricordare alcune delle più significative per noi:
la tutela dell’acqua come bene pubblico, contro le scelte del governo nazionale che ne ha privatizzato la gestione;
lo stop al nucleare e al rigassificatore, con motivazioni che tutelano il nostro territorio;
il blocco del raddoppio della centrale dell’Eni;
la chiusura di discariche inquinanti e l’impulso alla raccolta differenziata;
l’avvio deciso di una rete di servizi ai cittadini e l’affermazione concreta dei loro diritti;
la legge regionale che abbassa la soglia delle emissioni di diossina a coronamento di una lunga lotta per il risanamento dell’aria a Taranto;
gli investimenti ragguardevoli nelle politiche sociali, con un’attenzione particolare al mondo delle disabilità;
lo slancio dato alla Puglia come regione europea nel Sud d’Italia al centro del Mediterraneo e aperta all’Oriente;
la scelta di investire sui nostri giovani per evitare la loro fuga con progetti innovativi;
la lotta alla piaga del precariato con interventi economici rivolti al mondo della scuola e della sanità, con la stabilizzazione dei precari del 118;
la scelta a favore dell’energia ecosostenibile (da quella solare a quella eolica);
la istituzionalizzazione della Protezione civile che in Puglia era inesistente, con un territorio in preda a piromani e speculatori;
le scelte urbanistiche a favore dei diritti del territorio e dell’ambiente, per uno sviluppo equilibrato e armonico delle nostre città, salvaguardando le residue aree verdi;
la legge sulla trasparenza e l’attivazione dei primi percorsi di democrazia partecipata;
il contributo fondamentale per la riapertura del teatro Petruzzelli;
i finanziamenti che hanno reso possibile il risanamento delle aree inquinate;
il recupero e la valorizzazione di edifici degradati, trasformati in centri polifunzionali e aggregativi per i giovani e le loro attività;
la legge di contrasto al lavoro irregolare ed al caporalato nelle campagne, una delle più avanzate a livello europeo in uno con le politiche a favore della accoglienza degli immigrati;
il significativo innalzamento del livello di reddito per la esenzione dei tiket? sanitari;
ma soprattutto l’inizio della grande stagione pugliese di dare diritto ai diritti, considerando le donne e gli uomini di Puglia non problemi ma risorse della e per la comunità regionale.

Il bilancio delle azioni positive e dei cambiamenti realizzati è sotto gli occhi di noi tutti!

L’amministrazione di centro-sinistra ha puntato diritto verso la moralità della politica, tanto che appena questa si è trovata al centro di inchieste giudiziarie essa è intervenuta con decisione. E allora, noi ci chiediamo “perchè agitarsi tanto” per cercare un candidato presidente quando la scelta più naturale è quella della riconferma di Nichi Vendola.

La primavera pugliese ha avuto e continua ad avere due grandi protagonisti, Emiliano e Vendola, entrambi hanno riacceso la fiamma della speranza nelle giovani generazioni. Grazie a loro i giovani si sono riavvicinati alla politica, quella lontana dalle logiche clientelari e dalla sottomissione al potere.? In quest’ottica condividiamo la lettera dei giovani di Emilab, grandi protagonisti della campagna elettorale che ha riportato Michele Emiliano alla guida della città.

Disapproviamo pertanto i veti incrociati che – nell’ottica di un allargamento auspicabile della maggioranza ? boccia proprio chi in prima persona ha portato avanti la bandiera del rinnovamento della politica. A nostro parere si tratta di un comportamento che sta offuscando la stessa immagine positiva dell’azione di governo del centro-sinistra regionale.

Sono i programmi e le cose realizzate che rendono credibili le coalizioni politiche e questi primi cinque anni trascorsi rendono non solo credibile, ma fondamentale la riconferma di Nichi Vendola.

Siamo fiduciosiche alla fine possa prevalere il buon senso, ma se dovesse continuare lo stillicidio dei nomi e l’autolesionismo politico in atto, pensiamo che l’unica soluzione possano essere le primarie, affidando agli elettori del centro-sinistra la responsabilità della scelta del candidato presidente della Regione.?

Tale convinzione nasce dalla certezza che ormai è finito il tempo dei “ricatti” o delle rivalse personali. E se qualcuno pensa di ri-attivare ancora una volta schemi della vecchia politica, noi diciamo a chiare lettere che siamo stanchi e non più disponibili a dare loro un minimo di credibilità politica.

L’ARCA- Centro di Iniziativa Democratica

 


 

 

Aderiscono:
‘Anche noi’
Associazione di Cittadinanza Attiva
Comitato Marisabella
Comitato “per il Libertà”
Gruppi di democrazia partecipata
Picone-Poggiofranco’
Sviluppo sostenibile
Centro Assistenza Malati di Aids (Cama-Lila)
Gruppo Japigiamoci

Carlo Paolini- Antonio Gelormini(iscritto PD)?
Arturo Infante- Elda Perlino
Antonino Galletta- Enzo Persichella
Flavio Pastore -Silvana Grilli
Tina D’Adduzio – Filippo Notarnicola
Pierluigi Bosna- Onofrio Traversa
Maria Teresa Garofalo- Danny Sivo
Franco Chiarello -Antonio D’Amore
Angela Garofalo – Cinzia De Marzo
Yvonne Cernò Angelo Lombardini
Donata Leone e Nino De Giosa
Sebastiano Milella – Donato Calamita
Giuseppina Salerno Orazio Leggero
Alberto Laricchia Antonio Macchia
Nicola Martinelli Michele Dabbicco
Donato Bungaro – Giacinto Lanotte
Claudia Morini – Franco Principe
Antonio Leone – Bruno Tenore
Vito Pacucci – Andrea Cimice Portoghese
Nino e Mariella Morisco
Paolo Livrea – Rodolfo Andrenucci
Mario Tauro – Vincenzo Annoscia
Pietro?Sardone Straziota – Nico Marzulli
Sabino Persichella – Angela Di Gennaro
Marco Giusto – Alessandro Russi
Marella Lamacchia – Pietro Balta
Fanny Cilli – Giulia Smaldini
Elisabetta Fontana – Pinuccio Bottalico
Giovanni Bossa – Federico Cardanobile
Elena Christine Zaccaria – Maureen Ellen Zaccaria
Carlo Alberto Zaccaria – Antonio Milella
Giovanna Papoff – Cinzia Giannini
Loredana Barbarossa – Donatella Paolini
Giuseppina (Jossie) Milella – Angelo Marino
Giuseppe Raffaele – Paolo Perfido
Concita Vigneri – Nicola Pantaleo
Vincenzo Russo – Assunta De Santis
Francesco Stano – Anna Laforenza
Benedetta Verdebello – Pasquale Saldarelli
Angelo Stancarone – Anna Rosa Pulito
Anna Greco – Arcangelo Morea
Giovanni Rinaldi – Maurizio Di Monte
Maria Rosaria Porta – Raffaello Carli
Luisa Giorgio – Vito Antonio Lozupone
Paola De Sario – Ruggero Ermini
Giuseppina Caristina – Maria Pia Malasomma
Anna Maria Perla Damasco – Vito Di Benedetto
Roberto Covolo – Eleonora Bellini
Giampaolo Petrucci e Rosalina Ammaturo
Nicola Sinisi -?Nicola Lafronza
Vito Fioretti e Marisa Rossini
Giovanni Ricci – Isa Colonna
Domenico Bello – Angela Larocca
Onofrio Caputi Iambrenghi – M. Cristina Rinaldi
Roberta Talia – Gianfranco Cassano (iscritto PD)
Mario Dabbicco – Maria Pia Bozzetti
Lya Scotese in Boccia -Arcangela Guida
Porzia Losacco – Vito De Palo
Alfonso Fizzarotti – Beatrice Manigia
Anna Maria Piro e Pietro Bisceglie
Domenico Floro e Maria Schino
Leonardo Trisciuzzi – Francesco Paglionico
Marcello Bisceglie – Fortunata Deall’Orzo
Algimiro Lanzilotti – Giuseppe Cassano
Francesco De Bello – Rosaria de Filippis
Francesco Polidoro – Domenico Spadavecchia
Giuseppe Lorusso – Alfredo Caggianelli
Mauro Bux – Giovanna Papoff
Mario Petrelli – Vincenzo Annoscia
Isabella Colonna – Pinuccio Bottalico
Clara Dipierro – Vito Iacovizzi
Luciano Stornelli – Pasquale Maione
M. Luigia (Marilisa) Boccuzzi – Adriano Silvestri
Anna Cirasole – Saverio Tavarilli
Roberto Tavarilli – Barbara Bottalico
Angela Calluso – Nicola Catucci
Gabriella Rinaldi – Roberto Baratto
Sante Marulli -Antonio Baldassarre
Renato Pollidori – Alda Rosa Palmiotta
Assunta De Santis – Leonardo Amantea
Arcangelo Tavarilli – Vincenza Barbaro
Anna Laforenza -Simonetta Rinaldi
Concita Farina – Cristina Panzera
Nicolò Vittoria – Michele De Marinis
Diego Altomonte – Aniello De Padova
Wanda Lograno – Roberto Principe
Giuseppe (Pippo) Pezzolla – Salvatore Favale
Margarete Neul ed Eugenio (Gegè) Scardaccione
Vito Lorusso – Anna Giordano
Alessandro Carbonara – Terry Damiano
Antonello e Giampaolo Carbonara
Nicola Brivitello – Domenico Gregorio
Antonio Gadaleta – Danilo Gadaleta
Antonio Salvemini – Maurizio Lafronza
Consiglia Scandiffio – Elisabetta Gadaleta
Davide Attilio Roversi – Nunzia Corso
Gabriele Pirè – Francesco Bilia
Antonella De Santis -Franco De biasi
Marco Fiorvianti -Marcella Distante
Vito Cena – Michelangelo Diotaiuti
Attilio Marcellini – Cristina Franchi
Gabriella Ricercato – Giuseppe Rinaldi
Marco Boerio – Antonio Sallustro
David Ugento – Paolo Paolini
Marco e Teresa De Franceschi
Violetta De Sanctis – Mariano Losacco
Andrea Moretti – Porzia De Terenzio
Carlo Bellomo – Angela Moramarco
Ciccio Demarinis – Pasqua Gaudioso
Uccio De Robertis – Giulio Vassalli
Martino Foglianuova – Marco Tempesta
Marianna De Virgilio – Fabiano Sella
Marcello Brindisi – Terenzio Vassalli
Arturo Benincasa – Giacomo Di Tragno
Pasquale De Romito – Angelo Belfiore
Arcangelo La Pace – Doriana Franceschini
Gianni e Paola Marchegiani
Umberto D’Amore – Pietro Spilotros
Dante Ministerio – Gianluca Cafagno
Federico Paglionico – Luisa TriaIrina Favuzzi – Angelo Fede
Vittorio Ladisa – Nicola Occhibello
Biagio Romano – Giorgio Capobianco
Raffella Giorgio – Adolfo Raffaele
Nicola Cantarini – Leonardo Laporta
Giangiacomo Laquinta – Michele Lanotte
Concetta e Pasquale Lanna
Umberto Pietracina – Francesca Pagano
Miriam e Maria Pagliara
Sandro Pacaucci – Stefania Padalino
Natale Paglionico – Adelaide Paccione
Franca Ricco – Elena Trivelli
Angela Triggiani – Mario De Mario
Carmelo Barletta – Antonio Bari
Maria Teresa Maselli – Michele Lomuro
Piero Bellini – Felice Del Re
Cristoforo Belcore – Angelo Paolini
Gianvito Garofalo – Marco Antonaci
Serafina Flacco – Filippo Saltarelli
Aurelio Ficella – Franco Fenice
Giuseppina Spione – Carlo Brigante
Rocco Disalvo – Elisabetta Di Marzo
Emanuele Bitonto – Lina Divella
Antonio Ferrero – Brigida Fiore
Laura Cantatore – Andrea Rinella
Ludovico Abattista – Tommaso Piovino
Michelina Sansone – Carmine Pinto
Giovanni Scaglia – Caterina Ditullio
Angelo Marcotriggiani – Gaetano Di Leo
Tonino Occhiogrosso – Francesco Selvaggi
Maria Carla Zupo – Filomena Sonante
Arcangelo Crescito – Ciccio Valente
Filippo Socrate – Antonio Fiordaliso
Anna Percoco – Carlo De Zio
Angelo d’Alessandro – Francesca Leonardo
Marta Suaria – Vito Vitullo
Roberto e Apollonia Macario
Saverio Picolo – Sergio Serafino
Giroloma Demichele -? Cataldo Mancone
Giovanna Dangelo – Pino Manodoro
Corrado Guglielmi – Nunzio Jacobellis
Michi Guarino – Lucia De Giuseppe
Ilaria Ievolino – Gabriele Iovina
Alberto Lorusso – Felice Lomuscio
Sebastiano Tucci – Matteo Rotondo
Franco De Biase – Martina Savino
Riccardina Tucci – Vincenzo Farma
Rocco Solimanno – Marta Francioso
Michele Marcucci – Angelo Filiberto
Cosimo Chiaravalle – Vito Pomodoro
Giulio Mallardi – Pasquale Porcelli
Mariantonietta??Paradies – Teresa Di Benedetto
Adriano Piscopo – Anna Terenzio
Lucio Quintavalle – Paolo Porta
Francesco Porta – Vincenzo Talia
Marcello Antonacci – Aldo Angiola
Rocco Sette – Savina Landirani
Ernestina Iacovellis – Pasquale Andreoli
Carlo Pisani – Cristiano Delledera
Marta Bruzzi – Franco Zara
Gianni Imparato – Lorenza Abrusci
Maria Pia Lanera – Giosuè Parato
Marcello Giuggiola – Irene Marchigiani
Nicola Lamacchia – Andrea Subito
Giovanni Annoscia – Giovanni Jacovini
Giulio Cesare Masciopinto – Franco Donato
Regina Ragno – Emanuele Ronzone
Cosimo De Piscardis – Roberto Fattibene
Leo Desiderio – Giuseppe Fraddosio
Marco Raffaele – Elisabetta Quaquarone
Rino Petruzzelli – Merci Ricco
Marianna Bratta – Salvatore Cappiello
Giusi Giotta – Cosimina Fierro
Francesco Paolo Ditonno – Marco Giliberto
Riccardo Zara – Antonio Dalmata
Vito Antonio Fanzi – Assunta Delzio
Tuccio Ficco – Marco Rinaldi
Giuliano Paglianico – Vito Carlo Angelini
Elvira Anelli – Michele Spuma
Antonio Gervasoni – Milena Zastri
Rocco Pasquale – Paolo Zaia
Agostino Sabbatelli – Angelo Andriola
Rosa Strisciuglio – Antonio Dinno
Michele Speranza – Piero Dagostino
Angelina Rizzi – Giovanni Corazzini
Giampaolo Danza…

..

 

 


SE VUOI ADERIRE, SCRIVICI
: ADERISCO

« Torna indietro