Cancellata via Pende a Bari

L’ARCA Centro di Iniziativa democratica esprime piena soddisfazione per la cancellazione dell’intitolazione di una via cittadina a Nicola Pende, uno scienziato che infatti venne ritenuto anche dalla comunità scientifica “il più autorevole sostenitore della campagna razziale e antisemita del fascismo”. 

Era il 25 settembre 2000 quando l’ARCA inviò a Simone Di Cagno Abbrescia, allora sindaco della città, una richiesta in tal senso, senza ricevere alcun cenno di riscontro.

Finalmente a distanza di ben 13 anni l’allora sindaco di Bari Michele Emiliano, decise di portare avanti questa iniziativa politica, raccogliendo con forte sensibilità le ulteriori sollecitazioni fatte in aula dal sottoscritto. Emiliano manifestò la volontà di intestare quella stessa via al premio Nobel Rita Levi Montalcini. Il perché poi questa iniziativa non abbia trovato realizzazione non è dato sapere.

Tutti noi vogliamo che gli orrori del razzismo non si ripetano e che di questi rimanga memoria indelebile nelle nuove generazioni.

L’ARCA Centro di Iniziativa Democratica esprime il proprio apprezzamento al consigliere comunale Danilo Cipriani per aver contribuito in modo decisivo alla cancellazione di via Nicola Pende e all’amministrazione comunale per averla deliberata.

Bai, 27 maggio 2020                          Carlo Paolini Presidente dell’ARCA

« Torna indietro